Chiudi

 

50
FERRUCCIO FERRAZZI
(Roma 1891 - 1978)

La Monta, 1943
Olio su tavola, cm. 75 x 60
Firma e data in basso a destra
Firma e data al retro
Dedica al retro

"A Giovanni Stradone/I matti s'incontrano/e si amano,/si sparano anche per/l'affetto, la stima,/ma pentiti si tagliano/gli orecchi./Ferr. Ferrazzi/28 giugno 1965/Tavola del 1943 replica/della 'Monta' del 1925."

PROVENIENZA
Collezione Famiglia Stradone, Roma

BIBLIOGRAFIA
C.L. Ragghianti, J. Recupero, Ferruccio Ferrazzi, schede a cura di Ninetta Cerroni Ferrazzi, Officina Ed., Roma 1974, pp. 52, 93, 137, n. 205

L’opera, dipinta nel 1943 al Casalaccio a Tivoli, come recita la firma al retro, reca, sempre di mano dell’artista, un riferimento al bozzetto realizzato nel 1925. Quest’ultimo si trova pubblicato nella monografia fondamentale dell’artista e Recupero lo descrive come segue: «Basterebbe il bozzetto della Monta per riassumere tale poetica (arcaismo). Il quadretto, realizzato con impeto, è di così straordinaria forza unitaria e intensa vitalità, da risultare opera di getto e personalissima, per quanti ricordi di modelli vicini e lontani una occhialuta ipercritica vi sappia e possa rintracciare. Nel piccolo dipinto si riafferma con particolare evidenza la qualità distintiva dell’opera ferrazziana, e cioè quel senso monumentale della composizione che fa giganteggiare gli accadimenti vitali di fronte al dato di natura. All’artista, infatti, pare connaturato un sentimento epico dell’umanità, per cui questa svolge sempre un ruolo da protagonista, subordinando ogni altro elemento della realtà alla sua presenza». (Scheda a cura di Laura Moreschini)

€ 25000-30000



Scheda Commissioni/absentee bids form